A livello internazionale, più del 20-30% degli uomini di età compresa tra i 18 e i 70 anni riferisce preoccupazione riguardo alla rapidità di eiaculazione.


L’eiaculazione precoce si manifesta quando l’orgasmo si verifica prima o poco dopo la penetrazione vaginale. Molti uomini con questo disturbo lamentano un senso di mancanza di controllo dell’eiaculazione e manifestano ansia per la previsione di incapacità di ritardare l’eiaculazione nei successivi rapporti sessuali.


Tale quadro sintomatologico può essere associato a una diminuita stima di se,  a un senso di mancanza di controllo e a difficoltà relazionali con la partner. Sono inoltre presenti disagio personale e diminuzione della soddisfazione sessuale personale e nel partner.


Possono essere presenti anche difficoltà di concepimento quando l’eiaculazione avviene ripetutamente ante portam, ossia prima dell’inserimento del pene in vagina.


Il trattamento può essere individuale o di coppia e prevede l’analisi e gestione delle preoccupazioni correlate al sintomo, diminuzione dei livelli d’ansia correlati al rapporto sessuale, l’individuazione e correzione dei comportamenti disfunzionali e lo svolgimento di mansioni indicate dal terapeuta che permettano l’allungamento della latenza eiaculatoria e il conseguente incremento di soddisfazione nel rapporto sessuale.

Professionisti dello studio che si occupano di questo trattamento

Studio di Psichiatria e Psicoterapia Firenze