Si caratterizza per la ricorrente e persistente incapacità di raggiungere, o mantenere fino al completamento dell’attività sessuale un’adeguata erezione.

Solitamente questa condizione è causa di disagio e difficoltà interpersonali, per molti uomini tale condizione si accompagna a bassa autostima, poca fiducia in se stessi e riduzione del senso di mascolinità.

Possono verificarsi paura ed evitamento di rapporti sessuali, a causa del timore di fallimento, preoccupazioni sulla prestazione e ridotta sensazione soggettiva di piacere ed eccitazione sessuale che possono avere un effetto negativo sulla relazione di coppia.


Si possono distinguere diverse tipologie di disfunzione erettile in base al momento di comparsa della detumescenza, infatti alcune persone riferiscono l’incapacità erettile fin dall’inizio dell’esperienza sessuale, altre che dopo una valida erezione perdono tumescenza tentando la penetrazione, o dopo alcune spinte.


Un’altra distinzione importante ai fini del trattamento riguarda la diffusione della difficoltà ad ogni situazione connessa alla sessualità (generalizzato) o a specifiche situazioni (situazionale); e ancora, se il disturbo è sempre stato presente (permanente) o se comparso dopo un periodo di rapporti sessuali funzionali (acquisito).


E’ importante nella presa in carico di pazienti con disfunzione erettile la messa a fuoco di possibili fattori medici concomitanti, quali patologie sistemiche, assunzione di farmaci o patologie psichiatriche concomitanti (depressione) che possono essere alla base della difficoltà erettile.


Il trattamento con Psicoterapia Mansionale Integrata può essere sia individuale che di coppia e ha come finalità primaria la riduzione dei comportamenti di spectatoring spesso associati al disturbo che vanno ad alimentare vissuti di ansia da prestazione che mantengono il problema.

Le mansioni saranno poi orientate alla risoluzione del sintomo.

Professionisti dello studio che si occupano di questo trattamento

Studio di Psichiatria e Psicoterapia Firenze