L’orgasmo femminile è una combinazione di esperienze soggettive e mutamenti nella vagina e nell’area pelvica, il ritardo o l’assenza questo evento è diagnosticato come disturbo dell’orgasmo femminile (o anorgasmia). L’anomalia deva causare significativo disagio alla persona sia individualmente che rispetto alla relazione.


In base al momento di insorgenza del disturbo possiamo distinguerlo in:


permanente: se la donna non ha mai raggiunto un orgasmo da sola o con il partner con qualunque tecnica di stimolazione, acquisito: quando la donna prima orgasmi sia divenuta anorgasmica.


In base al contesto in cui il disturbo si manifesta, invece, lo distinguiamo in:


generalizzato: l’impossibilità a raggiungere l’orgasmo si ha in ogni contesto;
situazionale: la difficoltà si manifesta esclusivamente in determinate situazioni.


Le donne mostrano un’ampia variabilità nel tipo e nell’intensità della stimolazione che provoca l’orgasmo, e le descrizioni di orgasmo sono estremamente varie, sia in donne diverse sia dalla stessa donna in occasioni differenti, questo suggerisce che l’orgasmo femminile viene sperimentato in molti modi differenti. E’ importante sottolineare inoltre come non sia sicuro che ogni donna possa in tutta la vita raggiungere l’orgasmo tramite movimenti cotali, pur potendolo ottenere tramite stimolazione diretta del clitoride. Queste donne non possono essere considerate anorgasmiche, infatti tale condizione è considerata una normale variazione della risposta sessuale femminile.


La soddisfazione sessuale nel suo complesso non è strettamente legata al raggiungimento dell’orgasmo. Molte donne riferiscono alti livelli di soddisfazione sessuale, nonostante non abbiano mai raggiunto l’orgasmo o l’abbiano raggiunto raramente. Ciònonostante, il disturbo dell’orgasmo femminile può compromettere l’immagine corporea, l’autostima, o la soddisfazione nelle relazioni, avendo quindi una ripercussione anche sulla qualitàdelle stesse. Nelle donne, le difficoltà orgasmiche spesso coesistono con problemi correlati ad interesse ed eccitazione sessuale.


Il trattamento sia individuale che di coppia tende a favorire l’accettazione della propria corporeità e tende ad integrare elementi di accettazione di se con elementi di conoscenza ed esplorazione del proprio corpo, attraverso prescrizioni orientate a favorire la risoluzione del problema.

Studio di Psichiatria e Psicoterapia Firenze